Bruciatori a gas per forni a legna: gpl o metano?

Pubblicato il 18 Luglio 2019

Allestire bruciatori a gas per forni a legna costituisce una scelta indovinata per vari motivi, innanzitutto perché permettono di risolvere problemi inerenti l’impiego della legna, come (per esempio) la fuliggine, garantendo comunque la cottura della pizza e delle altre pietanze in modo ottimale. Ceky permette di trasformare qualsiasi modello attraverso il bruciatore elettronico di propria costruzione, ideato per funzionare sia a GPL che a metano, compatibile con qualunque tipo di gas.

I bruciatori a gas per forni a legna Ceky sono facilmente installabili e rispettano appieno le normative per la sicurezza, una soluzione per i forni sia in un contesto privato sia in esercizi commerciali. Ipotizzando che venga inserito in un forno Ceky, costruito dunque seguendo tecniche costruttive artigianali che permettono le massime prestazioni, l’utilizzo combinato gas/legna si rivelerà una scelta particolarmente azzeccata per coloro che vogliono determinare quale cottura impostare. Ecco il grande vantaggio del forno ibrido (che si può ottenere ad esempio inserendo un bruciatore a gas in un forno a legna). Con il bruciatore a gas per forno è possibile trasformare il forno in uno strumento versatile con differenti funzionalità di cottura. Grazie alla trasformazione è possibile regolare la velocità con cui viene raggiunta la temperatura ideale del forno, parametro fondamentale per ciò che concerne i tempi di gestione. Con il bruciatore a gas per forno a legna gestire il calore diventa più facile. Una modalità di funzionamento semplice che si traduce, per via di una regolazione meccanica o elettronica, nella configurazione della temperatura in automatico, indicando il livello di fiamma voluto.

Altrettanto meritevoli di considerazione le misure attinenti al bruciatore, direttamente montato nel forno e collocabile, senza differenza alcuna, sulla parte sinistra o sulla destra. Inoltre, sono apprezzabili i numerosi benefici che l’impiego del gas presenta in confronto alla legna per quanto riguarda il deposito di fuliggine (che potrebbe peraltro intaccare la salubrità degli alimenti), la pulizia dei locali e lo stoccaggio. Il forno a legna richiede infatti un’attenta e costante manutenzione e un lavoro di pulizia quotidiano. Grazie all’istallazione di un bruciatore a gas nel forno a legna, il forno può essere alimentato con gas, riducendo lo sporco prodotto invece dalla legna. Non da sottovalutare, infine, il risparmio economico che consegue se viene usato il gas anziché la classica legna o un’alimentazione elettrica: il costo previsto dai bruciatori a gas per forni a legna assicura, infatti, un consumo moderato (circa 1,5 metri cubi di metano/ora), che si riflette in un chiaro vantaggio economico.